Quali sono le proprietà del kiwi?

Quali sono le proprietà del kiwi?

 

Il kiwi: il suo aspetto esterno può risultare poco gradevole agli occhi. Ma al suo interno racchiude innumerevoli proprietà benefiche.

Scopriamole insieme.

 

Il kiwi: le sue proprietà

 

Il kiwi è un frutto esotico, più precisamente una “bacca”, prodotto in Asia orientale, importato dall’inizio del 900 in altri continenti. Successivamente, il kiwi fu coltivato in maniera autoctona anche al di fuori del paese di origine.

Ne esistono diverse varietà di forme e colori. In Italia, vengono prevalentemente commercializzate due tipologie:

  • il kiwi VERDE con polpa verde e buccia pelosa;
  • il kiwi ORO con forma più allungata, polpa giallognola e buccia priva di peluria.

Entrambe le tipologie, hanno forma e dimensioni tipiche di un tubero con al centro del frutto numerosi e piccoli semi di colore nero.

Il kiwi è uno dei frutti invernali più ricco di sostanze nutritive e proprietà benefiche. E’ prevalente composto da:

  • acqua;
  • fibre, ben 2 g in 100 g di prodotto.

Proprio per tale motivo il kiwi è un ottimo alleato per la motilità intestinale e la salute generale dell’intestino.

Ha un alto concentrato di vitamine, soprattutto quelle del gruppo B e C. Al suo interno, infatti, ne sono contenute ben 85 mg per ogni 100 g.

Il kiwi, inoltre, contiene molti sali minerali utili per rinforzare i muscoli e per regolare l’equilibrio idrico, come:

  • magnesio,
  • sodio,
  • potassio,
  • calcio.

Il colore verde, inoltre, è dato dalla presenza di acido folico, vitamina del gruppo B importante in caso di carenza o in gravidanza.

 

Quanti kiwi si possono mangiare al giorno?

 

Per soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina C basterebbe mangiare un kiwi al giorno. Ma, in caso di carenza di vitamine, è possibile mangiarne anche 2 o 3.

Il kiwi, inoltre, è un frutto molto duttile e può essere utilizzato in diversi tipi di regimi alimentari. Grazie all’elevato apporto di acqua, di antiossidanti e di potassio, permette di essere inserito all’interno della dieta di uno sportivo e di un iperteso.

Da non sottovalutare un aspetto fondamentale del kiwi. Nonostante le sue immense proprietà, rientra nella lista delle allergie alimentari più diffuse al mondo. Ciò è dovuto alla presenza di una proteina, l’enzima actinidina, che provoca quella fastidiosa sensazione di prurito e bruciore del cavo orale dopo l’ingestione.

Il kiwi, infine, è inserito nella lista degli alimenti ritenuti lassativi. Ovviamente, quest’effetto varia da persona a persona, ed è da attribuire alla presenza di fibra solubile.

Post suggeriti

Lascia un commento

Contattami

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Open chat
Powered by